buonomo veglia

architettura  ingegneria

centro multimediale e biblioteca nuto revelli - piossasco (to)

settore

cultura

luogo

piossasco (to)

cliente

comune di piossasco

area

mq 1.330

progetto architettonico

buonomo veglia srl

progetto strutturale

ing. gianfranco del col

progetto impianti meccanici

studio renato lazzerini

Please reload

progetto

centro multimediale e biblioteca nuto revelli

data

1999 - 2004

costo

euro 1.928.550

coordinamento sicurezza, direzione lavori

buonomo veglia srl

coordinamento progettuale

buonomo veglia srl

progetto impianti elettrici

el srl engineering service

progetto arredi

buonomo veglia srl, area progetti srl

Please reload

Il quadrato di base, al piano terreno, è attraversato lungo una diagonale da una “strada” con funzione di atrio comune alle varie attività pubbliche e di collegamento tra il terreno a est dell’edificio (verso via Alfieri) e quello a ovest (verso il parco). Essa connette i due triangoli in cui divide il quadrato di base, occupati rispettivamente dall’area emeroteca/mediateca-ragazzi e dalla zona bambini-laboratorio di lettura.
Lungo questo ampio corridoio sono collocate le prime funzioni visibili della biblioteca: le informazioni di comunità, le novità esposte all’interno di un’edicola illuminata dall’interno per maggiore visibilità -con funzione anche di punto informagiovani- ed il bancone del front office.

I materiali
Grande attenzione è stata dedicata alla scelta dei materiali impiegati con l’obiettivo di avere buone qualità tecniche, un basso costo globale, e interessanti aspetti estetici.
Un basso costo globale significa che alcune opere o manufatti particolarmente importanti (ad es. la copertura, gli impianti)  possono anche avere elevati costi singoli, compensati però da notevoli risparmi su elementi di secondaria importanza o che possono essere migliorati e integrati successivamente.
Le pareti perimetrali, e parte di quelle interne, sono portanti, in calcestruzzo lasciato a vista. 
Presentano un aspetto naturale di grande forza e non necessitano di particolari manutenzioni
nel tempo. Le pareti interne sono prevalentemente in gesso rivestito.
I pavimenti sono realizzati in in cls al quarzo con finitura a vernice epossidica in una calda tonalità di giallo. 
Pavimenti e rivestimenti dei servizi sono in piastrelle monocottura, color arancio.
La parte più interessante (e più costosa) dell’edificio è il tetto, che prevede una struttura ad archi di grande luce, in legno lamellare, e una copertura a sandwich costituita da uno strato portante in lamiera di acciaio grecata, un coibente termico-acustico di grande spessore e un manto impermeabile in lamiera di rame.

La struttura
Le strutture portanti in elevazione sono costituite prevalentemente da setti in c.a. sul perimetro del fabbricato e lungo la strada interna oltre che da pilastri al piano interrato. Il solaio del piano terra, del primo piano e i balconi sono previsti in lastre “predalles” prefabbricate.
Le travi principali di sostegno del solaio sono del tipo gettato in opera, in parte ribassate di 20 cm rispetto all’intradosso del solaio. Le travi appoggiano sui pilastri o sui setti perimetrali dell’edificio.
Le strutture portanti del primo piano sono costituite principalmente da una trave parete in corrispondenza della sala conferenze, da travi in spessore in corrispondenza delle aperture e dei setti provenienti dal piano inferiore, da una trave avente funzione anche di parapetto in corrispondenza del vuoto della biblioteca.
La struttura del tetto è costituita da travi in legno lamellare ad arco a tre cerniere poggianti su appositi speroni sporgenti dai setti perimetrali dell’edificio.
La struttura secondaria di collegamento e controventamento è in lamiera grecata di altezza complessiva di 20 cm e spessore di 1 mm.

Gli arredi
La scelta degli arredi di produzione per la nuova biblioteca civica di Piossasco è stata dettata da alcuni principi fondamentali, legati sia alla ergonomia, alla comodità ed alla sicurezza, che alla gradevolezza del colore, alla buona qualità dei materiali, al design, alla facile manutenzione ed alla durabilità nel tempo – seppure soggetti alle sollecitazioni tipiche dei locali pubblici ad alta affluenza - e, non ultimo, al prezzo.
Gli arredi su disegno, hanno la duplice funzione di espletare quella per la quale sono progettati, ma anche di lasciare un segno e di connotare gli spazi: si tratta del front office, dell’info point, del news point e del teatro della lettura.Il bancone del front office prosegue all’interno della grande sala retrostante, in funzione di reference: sono infatti previsti dei posti a sedere per gli utenti che desiderino informazioni più dettagliate, che debbano compilare
moduli, ritirare copie e fotocopie, ecc.
Nella stessa sala sono dislocate tutte le funzioni di primo livello: emeroteca,
con arredi specifici, posti a sedere tradizionali ed informali, le esposizioni tematiche, curate periodicamenteda parte dei bibliotecari, che propongono spunti di riflessione con supporti diversi, e la sezione ragazzi e multimediale, comprendente posti di lettura, scaffali per libri, postazioni informatiche, punti di ascolto e di visione.
Si sottolinea la rilevante presenza di posti di lettura informali, dislocati in prossimità delle aperture e quindi a diretto contatto con il parco circostante, rappresentati da poltrone comode, caratterizzate da un disegno molto essenziale ma accogliente.
Dalla parte opposta della “strada” è invece localizzata la grande sala per i bambini, con arredi appositamente disegnati, un piccolo anfiteatro per le attività di lettura ad alta voce, per l’alfabetizzazione informatica, per la lettura tradizionale, e zone di relax per i genitori accompagnatori.

Show More
Heading 6

© 2018 - buonomo veglia srl - architettura ingegneria -  

T   39   011   2481365      F   39   011    0674473     E    studio@buonomoveglia.com  

C.F.  e  P.I.  08968900012 -   Capitale Sociale interamente versato 10.000 euro     

CCIAA di Torino 08968900012      REA 1015323

  • Facebook - Grey Circle
  • LinkedIn - Grey Circle
  • Google+ - Grey Circle