buonomo veglia

architettura  ingegneria

nuova struttura sanitaria di venaria reale  - venaria reale (to)

settore

sanità

luogo

venaria reale (to)

cliente

scr piemonte

area

mq 6.200

progetto architettonico

buonomo veglia srl

progetto strutturale

buonomo veglia srl

progetto impianti meccanici

manensn - tifs

Please reload

progetto

ospedale di venaria reale

data

2012

costo

euro 14.208.300

progetto impianti elettrici

manens-tifs spa

coordinamento sicurezza

pat architetti associati

Please reload

Il progetto è stato sviluppato sulla base del decalogo contenuto nel Nuovo Modello di Ospedale dell’arch. Renzo Piano (Meta-progetto planimetrico e tridimensionale
D.M.12/12/2000), che hanno una ricaduta in termini di modello organizzativo, distributivo e tecnologico.
La necessità di una struttura idonea agli scopi prefissati è stata pensata come un’architettura immersa nell’ambiente circostante in modo da sposarsi in un armonico insieme paesaggistico.
La distribuzione degli spazi interni, nonché la collocazione dei reparti con le rispettive e relative pertinenze e dipendenze, è stato particolarmente curato in modo da ottenere una ottimizzazione della presenza di personale medico ed infermieristico. 
La vicinanza di reparti afferenti ad una unica specialità consentono quindi un’armonica razionalizzazione dei turni del personale infermieristico e medico. 
Pertanto si ottengono risvolti economici non trascurabili riferiti al costo per giorno di degenza oltre ad un conseguente incremento della possibilità di rendere maggiori servizi al bacino d’utenza.
La Spina Dorsale (backbone)
Lo schema sia funzionale che fisico-architettonico è semplice: l’ospedale è composto da un unico volume parallelepipedo con base di m 48 (fronti est e ovest)x56 (fronti nord e sud) e altezza di m 12 data dai tre piani fuori terra, più un seminterrato. 
Ai 4 angoli sono posti i corpi dei collegamenti verticali (persone, merci e impianti).
Il piano terreno è percorso da una “via centrale” in asse con gli ingressi principale, a est, e secondario, a ovest,  su cui si affacciano i servizi con maggior utenza (CUP, centro prelievi, diagnostica per immagini, primo intervento). 
Dalla via sono raggiungibili i quattro collegamenti verticali (tre per il pubblico e uno riservato ai servizi ospedalieri) posti ai vertici del  rettangolo di base. 
Tale via è rischiarata oltre che alle estremità, anche al centro da un “patio” interno. La strada ospedaliera assolve a due funzioni principali: quella di collegare in modo semplice e veloce luoghi fisicamente non contigui e quella di dare immediata e chiara visione a utenti e visitatori di tutto il complesso ospedaliero (facilità di orientamento, riduzione dello spaesamento).
A tal fine si sottolinea l’importanza che sarà data alla segnaletica (anche per ipovedenti) per indirizzare correttamente gli utenti.
Il primo piano è occupato da tutti gli ambulatori e dalla direzione sanitaria. Al centro del piano è ricavato un cortile realizzato sulla copertura a ”tetto verde” del piano terreno e pertanto accessibile dagli utenti della struttura. 
Il secondo piano è destinato alle degenze: quelle di medicina generale in una manica quintupla a nord e i day hospital in una manica tripla a sud. 
L’orientamento del fabbricato è tale che gli ambulatori e le camere di degenza siano prevalentemente rivolte a sudovest (sfruttamento della radiazione solare) e in parte a nordest.

Show More
Heading 6

© 2018 - buonomo veglia srl - architettura ingegneria -  

T   39   011   2481365      F   39   011    0674473     E    studio@buonomoveglia.com  

C.F.  e  P.I.  08968900012 -   Capitale Sociale interamente versato 10.000 euro     

CCIAA di Torino 08968900012      REA 1015323

  • Facebook - Grey Circle
  • LinkedIn - Grey Circle
  • Google+ - Grey Circle