© 2018 - buonomo veglia srl - architettura ingegneria -  

T   39   011   2481365      F   39   011    0674473     E    studio@buonomoveglia.com  

C.F.  e  P.I.  08968900012 -   Capitale Sociale interamente versato 10.000 euro     

CCIAA di Torino 08968900012      REA 1015323

  • Facebook - Grey Circle
  • LinkedIn - Grey Circle
  • Google+ - Grey Circle

buonomo veglia

architettura  ingegneria

parcheggio di interscambio di moena - moena

settore

infrastrutture

luogo

moena

cliente

comune di moena

area

mq 6.500

progetto architettonico

buonomo veglia srl, pat architetti associati

Please reload

progetto

parchegio di interscambio di moena

data

2013

costo

euro 15.678.500

progetto strutturale

buonomo veglia srl

coordinamento progettuale

buonomo veglia srl

Please reload

Il parcheggio è del tipo a semipiani sfalsati, con rampe di mezzo piano a doppio senso (pendenza massima 15%). 
Soluzione che permette di ottimizzare struttura e viabilità e ridurre al massimo l’ingombro.
Sulla copertura dell’edificio trovano posto le uscite pedonali dalle aree di sosta e tutte le funzioni collaterali:
• un ufficio di gestione e assistenza alla utenza e per informazioni turistiche;
• le casse automatiche;
• i servizi igienici;
• i pannelli multimediali con le informazioni sul sistema ricettivo di Moena;
• il deposito delle biciclette e dei car elettrici a noleggio.
• un bar
Lungo la strada statale adiacente è situata una piazzola per la sosta dei bus e delle navette pubbliche.  Sono disponibili 256 posti auto di cui 6 per disabili (non a pagamento) posti in prossimità delle uscite pedonali e degli ascensori nel piano più alto.
Un certo numero di posti, anch’essi posti al piano più alto in prossimità del punto di sorveglianza, sono riservati alle signore.
Inserimento ambientale
Il progetto ha due aspetti principali: la funzionalità del sistema parcheggio (sosta e circolazione) e il suo inserimento nell’ambiente naturale.
Il secondo aspetto si è tradotto nella collocazione di tutto il volume al di sotto del
piano della strada statale e nella mimetizzazione con una “pelle” che suggerisce l’ambiente roccioso circostante.
La “mitigazione” è implementata dalla “ruvidità” e dal mix di colori del rivestimento e dal landscaping dell’area adiacente, con la messa a dimora di specie tipiche di alto fusto ( abete, larice, cirmolo, pino) e di rampicanti e tappezzanti che sfumeranno il passaggio tra il naturale e l’artificiale.
Aspetti tecnologici
Per la struttura si è scelto un materiale, l’acciaio, completamente riciclabile.
Esso comporta ridotte sezioni di travi e pilastri, pur con grandi luci, robustezza
(non è necessario proteggerlo dagli urti), scarsa necessità di manutenzione, lunga durata, realizzazione in officina e tempi rapidi e precisione di montaggio in opera.
Le solette sono in c.a. estremamente sottili. La struttura ha una maglia di m 16x5, con travi da 16 metri (pari alla somma della corsia centrale da m 6 e dei posti auto sui 2 lati da m 5 ciascuno) e con solai da m 5 di luce (pari alla larghezza di due posti auto). Con i pilastri posti lungo il perimetro, i semipiani risultano completamente sgombri.

Show More
Heading 6