BIBLIOTECA DI
MEDICINA E CHIRURGIA

Torino 1992- 2001

La Biblioteca del Polo Biologico accoglie le collezioni degli ultimi 10 anni di libri e periodici degli Istituti di Biochimica, Farmacologia, Patologia Generale, Istologia, Anatomia Umana Normale e Fisiologia Umana ed ha anche sede il server della rete automatizzata delle biblioteche dell’area medica.
La superficie totale è di 510 m2. Libri e riviste sono disposti in scaffali accessibili direttamente dagli utenti. 
Sono disponibili circa sessanta posti di lettura, in parte singoli, adiacenti agli scaffali, e in parte su tavoli multipli in una apposita sala.
In prossimità dell’ingresso principale sono ubicati i servizi di informazione, di prestito, di documentazione biologica, anche su materiale elettronico ed i cataloghi. All’esterno la ristrutturazione è evidenziata dall’ampliamento delle finestre verso il cortile e la riapertura di quelle chiuse verso via Michelangelo.
All’interno gli interventi sono stati caratterizzati dalla “pulizia”, dal “rispetto” e “dall’adeguamento”.
La “pulizia” è consistita nell’eliminazione di tramezzi ed impianti che precedentemente attraversavano gli ambienti frazionandoli e deturpando gli spazi.
Il “rispetto” è evidente nel restauro della struttura architettonica: pilastri, archi, volte a vela o a crociera e nella netta distinzione di stile e di materiali dei necessari inserimenti: tramezzi, pavimenti, serramenti, ecc.
L’”adeguamento” si è realizzato con l’adozione di elementi costruttivi e di impianti tecnologici moderni per rendere l’ambiente funzionale nel rispetto delle più recenti normative.
Si è realizzato l’impianto di condizionamento estivo e invernale, un impianto di
illuminazione e di f.m. molto distribuito, l’impianto di segnalazione e di spegnimento
automatico di incendio a saturazione di gas, un impianto antifurto ed una rete di cablaggio strutturato.
Tutti i locali (servizi compresi) sono dotati di pavimento sopraelevato galleggiante ispezionabile in ogni punto, sotto il quale corrono le reti degli impianti attuali e futuri. L’illuminazione artificiale è molto distribuita e flessibile, per adattarsi facilmente alle necessità ed ai desideri degli utenti. Il progetto esecutivo è stato redatto in modo integrale e coordinato, completo di strutture ed impianti. 
Per l’appalto si è prevista l’offerta dei prezzi sulla base di apposita lista con indicazione
delle quantità presunte per le varie categorie dei lavoro. L’arredamento coordinato
con il progetto tiene conto della maglia architettonica data dai pilastri.
I posti di consultazione sono in parte distribuiti nella zona di deposito e parte concentrati
nella zona più vicina all’ingresso.
Oltre al bancone di accettazione per i bibliotecari è stato predisposto un ambiente
chiuso con pareti vetrate che può essere utilizzato in alternativa come saletta di studio.

euro 880.000

mq 510

Università di Torino

Arch. Giuseppe Veglia - progetto architettonico

ing. Euplio Rinaldi - progetto impianti elettrici

ing. Pietro Cantino - progetto impianti meccanici

Brach Prever sas - impresa

LOGO 2.png

buonomo veglia srl

Architettura Ingegneria