LOGO 2.png

buonomo veglia srl

Architettura Ingegneria

ACTUALITY

ENVIRONMENT

EFFICIENCY

INNOVATION

CREATIVITY

RIGOROUSNESS

INTEGRATED DESIGN

Forte di oltre quattro decenni di esperienza nel campo dell’architettura e dell’ingegneria civile, Buonomo Veglia Srl è una società di progettazione impegnata nella realizzazione di opere pubbliche e private di alto livello.
L’assetto interdisciplinare riflette la vocazione a produrre progetti integrati, in cui architettura, strutture e impianti lavorino insieme in modo organico, al fine di massimizzare l’efficienza e minimizzare i costi di costruzione e gestione degli edifici.
Un approccio progettuale versatile, che ha reso possibili realizzazioni d’eccellenza in campi diversi come la Biblioteca Interdipartimentale delle Facoltà Umanistiche dell’Università di Torino, il padiglione D dell’Ospedale Maria Vittoria, i nuovi uffici della Michelin Italia Spa e la bonifica dell’area Teksid di Avigliana, dove è stata realizzata la prima barriera reattiva permeabile in Italia.
Con progetti che variano in scala dall’abitazione unifamiliare ai 400 posti letto dell’Ospedale Amedeo di Savoia, il portafoglio clienti include nomi come BLA di Fiorano Modenese, Museo del Giocattolo e del Bambino di Cormano, Biblioteca Nazionale di Torino, Università di Torino, Regione Piemonte, Comune di Torino, Policlinico di Modena, ASL 3 Torino, ASL 4 Chiavari, Ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano (TO), Kelemata spa, Poste Italiane, Gilardini spa, Marelli spa, Fiat Avio spa, Ingest spa, Michelin Italia spa, Teksid spa, SAI Insurances, Istituto Bancario San Paolo, Cassa di Risparmio di Alessandria, Camera di Commercio di Torino, Sevel spa, Ospedale Umberto I di Roma, Ospedale per acuti di Lagonegro (Basilicata).

FILOSOFIA 

attualità e innovazione

Adottiamo forme, materiali e tecnologie di provata efficienza, tecnicamente e culturalmente aggiornati.

fantasia

Le nostre risposte progettuali non sono scontate. Innovative, ma non inutilmente complicate.

progettazione integrata

C'è una collaborazione profonda, sin dalle fasi iniziali della progettazione, tra architettura e ingegneria, nel reciproco rispetto.

rispetto dell’ambiente

Interesse e attenzione per l’ambiente circostante naturale o artificiale, nei limiti del suo valore. Adozione di forme, materiali, manufatti e tecnologie che abbiano un impatto ambientale e visivo conforme a scelte predeterminate.
Adozione e sviluppo di tecnologie volte al contenimento dei consumi energetici (uso di riscaldamento solare passivo, ventilazione naturale, luce naturale, schermature esterne, ecc).

rigore e ordine

Coerenza tra forma, materiale, manufatto, tecnologia e funzione.
Corrispondenza tra le esigenze del committente e la risposta progettuale. Giustificazione (tecnica, formale, funzionale, estetica) di ogni scelta progettuale sostanziale.

efficienza

Ottimizzazione e costante controllo del rapporto tra costi e benefici del progetto.

 

 

 

LORENZO BUONOMO 

INGEGNERE | SOCIO FONDATORE

Nato ad Andria nel 1943, si laurea in Ingegneria civile al Politecnico di Torino nel 1968.
Acquisisce esperienza sul campo come assistente e, in seguito, responsabile di cantiere all’interno dell’impresa di Costruzioni ing. F. Bertone di Torino, partecipando alla realizzazione del Teatro Regio di Torino e del Nuovo Palazzo della Camera di Commercio di Torino. E’ l’occasione per lavorare al fianco di Carlo Mollino, progettista delle due opere, e dell’ingegner Bertone, progettista e calcolatore delle loro complesse strutture. Nel 1983 assume il ruolo di coordinatore del progetto presentato dall’impressa ARCAS nell’appalto per la costruzione del deposito dei tram in località Gerbido dell’ATM.

Nello stesso anno, con ruolo di progettista strutturale e coordinatore generale, firma il progetto dell’architetto Hutter presentato dall’impresa ARCAS nell’appalto per la costruzione del Teatro Carlo Felice di Genova.

Nel corso degli anni ha svolto attività di progettazione e direzione lavori su incarichi diretti ricevuti sia da società ed enti privati (SIP ora Telecom, Sanpaolo-IMI, gruppo FIAT, Gilardini, Kelemata), sia da enti pubblici (O.N.P.I., Regione Piemonte, Università di Torino, Camera di Commercio di Torino, Azienda ospedaliera S.Luigi di Orbassano, ASL 3 di Torino, ecc.).
Anticipando le nuove regole ora imposte dalla normativa sui lavori pubblici, ha avviato lo sviluppo di progettazioni esecutive in forma integrata già nel 1988 con la realizzazione del nuovo stabilimento industriale ad elevata tecnologia (camere bianche) per la produzione di componenti elettronici per l’industria aeronautiva e militare di una società del gruppo Gilardini.
Sempre svolgendo il ruolo di coordinatore e progettista generale, amplia il campo delle competenze professionali nel settore delle discariche. In raggruppamento con lo Studio Associato Bortolami-Di Molfetta, firma numerosi progetti di discariche tra le quali la discarica “barricalla” di categoria II C per rifiuti tossico nocivi.
L’esperienza di lavoro di gruppo si consolida nel tempo sviluppando numerosi progetti integrati di stabilimenti industriali (FIAT/CIEI, Marelli, Autoflug, SEPI Gilardini, Borletti, ecc.).
Co-fondatore nel 1998 dello Studio Associato Buonomo Veglia, Lorenzo Buonomo è stato membro delle Commissioni di Alta Vigilanza dell’Università di Torino e dell’Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris, Consulente d’Ufficio nominato dall’Autorità Giudiziaria in diversi tribunali, membro di collegi arbitrali o C.T.U. in arbitrati in materia di appalti di lavori pubblici. Ha inoltre rivestito il ruolo di Ingegnere Capo nei lavori di costruzione dei lotti preliminari del raddoppio del Politecnico di Torino.

GIUSEPPE VEGLIA

ARCHITETTO | SOCIO FONDATORE

Nato a Torino nel 1946, si laurea in Architettura nel 1969 presso il Politecnico di Torino.
All'inizio degli anni '70 collabora con gli architetti Giordanino, Dolza e Raineri e lavora come designer nell'ufficio tecnico dell'azienda Dega. Dal 1973 è libero professionista, titolare dello Studio di Architettura e Urbanistica Giuseppe Veglia. Di questo periodo sono il complesso residenziale di San Giacomo -con il Dega- e il rinnovamento del Collegio Reale delle Vedove e delle Fanciulle -con Raineri-, sia sulla collina di Torino, e il restauro del Dispensario Antitubercolare Centrale di Alessandria, opera famosa dell'architetto Gardella.

Fu anche la prima di molte posizioni nel campo dell'edilizia scolastica: una scuola media a Bisceglie. La vittoria, nel 1972, del concorso nazionale per una scuola elementare ad Alessandria con l'architetto Adriana Gillio, un complesso scolastico ad Avigliana (1977-79), una scuola a Volvera (1980). Dal 1979 al 1980 è sede dell'Istituto Bancario Sanpaolo di Donnas, con struttura in legno lamellare.
Gli anni '80 sono segnati da diverse commesse per la Regione Piemonte, tra cui i Centri di Formazione Professionale di San Mauro e Verzuolo, gli uffici di Alessandria e il restauro di Palazzo Solaro a Monasterolo a Saluzzo.Il primo incarico che ha ricevuto dall'Università di Torino, nel 1986, è la ristrutturazione dell'edificio per il Dipartimento di Scienze Sociali in Via Sant'Ottavio.
Poi nel 1989 la Biblioteca di Medicina e Chirurgia in Corso Raffaello e nel 1992 la Biblioteca Interdipartimentale di Palazzo Nuovo, in collaborazione con Lorenzo Buonomo, firmarono insieme la costruzione del nuovo edificio per i dipartimenti di cardiologia, otorinolaringoiatria e ortopedia dell'Ospedale Maria Vittoria di Torino e dei progetti per l'Ospedale San Giovanni Battista di Roma (Concorso Internazionale, 2º posto), sede della Facoltà di Biologia di Alessandria (Concorso Internazionale, 2º posto), l'Ospedale Amedeo di Savoia a Torino (Concorso Internazionale, 1º posto).Nel campo della costruzione privata, è stato autore di piani esecutivi per la gestione, complessi residenziali, ville e unità abitative.
Con lo Studio Buonomo Veglia ricopre la carica di designer e direttore dei lavori per i nuovi uffici Michelin di Torino.
Ha svolto test e perizie per conto della Regione Piemonte, della Città di Torino e dell'Università di Torino, tra cui la sperimentazione in corso del rinnovamento dell'ex lanificio Bona di Carignano, da parte di Alberto Sartoris.

VINCENZO LA CROCE

INGEGNERE | SOCIO

Socio, Direttore Tecnico, Responsabile di progetto, progettista strutturale e antincendio, direttore dei lavori, integratore delle competenze specialistiche e coordinatore della sicurezza.

Nato a Botricello (CZ) nel 1965, si laurea presso il Politecnico di Torino in Ingegneria Civile Edile nel 1992 ed in Ingegneria Civile dei Trasporti nel1995.

Iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino e abilitato all’esercizio della libera professione dal 1992, dal 1993 collabora con lo studio dell’ingegner Buonomo.

Prima di diventare socio dello Studio Buonomo Veglia nel 2003, svolge anche pratica indipendente.

Tra i lavori eseguiti in proprio si ricordano l’adeguamento normativo di edifici scolastici per il Comune di Torino e la Provincia di Torino, l’ampliamento e ristrutturazione della piscina Rivetti a Biella, l’adeguamento del Centro Sperimentale della Facoltà di Agraria a Torino.

ALESSANDRA SIGHINOLFI

ARCHITETTO

Socia, progettista architettonico, integratore delle competenze specialistiche e coordinatore della sicurezza.

Laurea magistrale in Architettura conseguita presso il Politecnico di Torino nel 2009.

Abilitata all’esercizio della libera professione dal 2011 ed iscritta all’Ordine degli Architetti della Provincia di Torino dal 2012.

Dal 2006 collabora con lo studio Buonomo Veglia srl, per cui si è occupata di diversi progetti tra cui l’ospedale Parini di Aosta, l’ospedale San Luigi di Orbassano (TO), il Nuovo Ospedale per acuti di Lagonegro, la Biblioteca di Fiorano, il reparto di Medicina Nucleare del Policlinico Umberto I di Roma, del complesso alberghiero a Giardini Naxos, dell’adeguamento a norma dell’Ospedale Martini di Torino e di

Palazzo Nuovo, sede universitaria della facoltà umanistiche di Torino, della quale segue la Direzione Lavori.

Inoltre come integratore delle competenze specialistiche ha partecipato alla progettazione relativa a due ospedali a Nizwa e Sohar in Oman e al progetto definitivo suddiviso in 5 lotti relativo alla ristrutturazione del Policlinico di Modena, acquisendo particolare competenza nell’attività di PM e nell’utilizzo della metodologia BIM.

SILVIO SOLERO

Dal 1986 collabora con lo studio di Giuseppe Veglia proseguendo poi nello studio Buonomo Veglia.

È il capo dell'informatica.

FABRIZIO DAVINO

ARCHITETTO

Grafico, visualizzatore architettonico specializzato in 3D renderings.

Laurea magistrale in Architettura conseguita presso il Politecnico di Torino nel 2020.

Specializzato nella modellazione BIM abbinata alla realtà virtuale e alla successiva creazione di rendering, fa parte del team Buonomo Veglia da due anni, occupandosi della progettazione 2D su CAD o Revit, alla successiva fase di renderings fino a quella finale riguardante la grafica e la pubblicazione.

buonomo_edited.png
silvio solero_edited.png
giuseppe veglia_edited.png
Vincenzo Lacroce ingegnere
sighinolfi2_edited.png

1998

ANNO DI FONDAZIONE

200+

PROGETTI
COMPLETATI

Corso Novara 99

10154 Torino, ITALIA

Per contatti e candidature scrivere a:

studio@buonomoveglia.com

Tel:  +39.011.2481365

Fax: +39.011.0674473