CENTRO CONGRESSI DEL
NAXOS BEACH RESORT

Giardini Naxos 2004 - 2007

buonomo veglia srl   architettura ingegneria

La sala Congressi fa parte del Naxos Beach Resort a Giardini Naxos in Sicilia.
Nella forma attuale fu realizzato nel 1978 unendo a una palestra preesistente una nuova sala dotata dei necessari servizi accessori quali cabine di regia e traduzione.
La conformazione risvvente di tale doppia origine e consente la suddivisione in due sale indipendenti mediante una parete manovrabile.
La Fondiaria SAI, proprietaria del Resort, nel 2004 ha deciso di rinnovare completamente il Centro Congressi in modo, da un lato, da conferirgli un aspetto unitario e, dall’altro, da elevarne la qualità sia dal punto di vista architettonico ed estetico che da quello delle attrezzature e della funzionalità, per da renderlo il più moderno ed avanzato Centro della Sicilia.

Gli edifici
Gli interventi esterni consistono in una armonizzazione dei diversi fabbricati tramite la semplificazione delle forme; visivamente sono stati evidenziati due volumi: il basamento, caratterizzato da muri di pietra lavica (scura) e la sala atrio, caratterizzato da un rivestimento in pietra di Modica (chiara). Per esaltare il contrasto di colori, alla pietra lavica già
presente nei muri della base, è stata accostata una pietra locale di pregio e caratteristiche tecniche elevate molto utilizzata nella zona meridionale della Sicilia (Noto, Modica, Scicli). Il notevole spessore complessivo delle pareti (necessario per nascondere i pilastri esistenti) è sfruttato come elemento architettonico ed evidenziato dai serramenti posti di sbieco e allineati con l’orientamento delle poltrone interne. In tal modo la luce naturale, che in alcune
occasioni può essere gradita, giunge all’interno sempre solo lateralmente rispetto alla linea di visione verso il palco.


La sala grande
La disposizione è ad anfiteatro e le poltrone sono disposte su file rettilinee con tre orientamenti: uno centrale e due laterali.
Il nuovo orientamento della sala consente la suddivisione in 2, 3 o 4 sale più piccole che usufruiscono dello stesso ingresso comune.
La capienza massima per i grandi eventi o per le riunioni plenarie di congresso è di 770 posti ed è tra le magiori della Sicilia.
Grazie alla conformazione planimetrica e alle pareti manovrabili tale distribuzione risulta estremamente flessibile.  È infatti possibile suddividere la sala grande in modo da ottenere fino a 4 sale separate e indipendenti (con capienza da 135 a 240 posti) o ridurre la capienza della sala grande secondo le esigenze dell’utenza.
Le 4 sezioni sono poi ulteriormente combinabili per ottenere sale medie (con capienza da 320/420 posti) o combinazioni di sale medie e sale piccole.

La facciata ventilata
Esternamente le pareti della sala e dell’atrio sono rivestite in pietra di Modica (calcare duro, di ottime caratteristiche meccaniche  di colore bianco-avorio), con fasce a correre di altezza variabile tra 25 e 45 centimetri.
Tra la pietra e la parete intonacata esistente è stata realizzata un’intercapedine di alcuni centimetri in modo da ottenere una “facciata ventilata”. L’intercapedine d’aria grazie all’“effetto camino” (tiraggio verso l’alto dell’aria calda) attiva un’efficace ventilazione naturale, con notevoli benefici per l’intero sistema parete.
I principali vantaggi consistono in:
• maggior protezione della facciata dagli agenti atmosferici
• riduzione dei rischi di fessurazione e distacco tipici dei rivestimenti applicati direttamente al supporto murario,
• facilità di posa e di manutenzione
• maggior comfort estivo ed invernale
• significativo risparmio energetico dovuto soprattutto al minor apporto di calore solare sulla parete esterna.

euro 5.500.000

mq 1.300

Fondiaria sai spa

Buonomo Veglia srl - progetto architettonico

Buonomo Veglia srl - progetto strutturale

p.i. Sandro Gallo - progetto impianti elettrici

studio Renato Lazzerini - progetto impianti meccanici

imos spa - imprese e fornitori

LOGO 2.png

buonomo veglia srl

Architettura Ingegneria